PEC ai cittadini

La PEC dell’ACI: pro e contro

condividi su

13505visite totali .

Condividi questo articolo

Partiamo dai PRO:

1. E’ gratuita per il richiedente. E’ possibile richiederla dal sito web dell’ACI. Nessun costo per l’attivazione ne’ per le trasmissioni certificate che transitano sulla casella.

2. Vengono forniti POP e IMAP per poter scaricare la posta via client (è possibile impostare la visualizzazione in automatico insieme agli altri accounti di posta standard, senza necessità di collegarsi via webmail) –  (vedi anche Che cos’è la webmail?, Che cos’è un client di posta?)

Quanto ai CONTRO:

1. Per l’attivazione è necessario in ogni caso recarsi fisicamente ad punto di servizio dell’ACI, anche se avete effettuato la pre-richiesta telefonicamente al numero verde fornito.

2. L’indirizzo email di posta certificata che viene rilasciato è così composto: codicefiscale@cert.aci.it
Il risultato potrebbe essere ad esempio NBTSDR79L07B159F@cert.aci.it, che certo facile da ricordare non è.

3. Avrete in mano una CEC-PAC, pertanto sarà possibile comunicare SOLO da e a indirizzi pec della Pubblica amministrazione (non certo per mandare -ad esempio- una disdetta al vostro operatore telefonico).

contenuto revisionato martedì 11 febbraio 2014

Articoli collegati