Mondo PEC

11/11/09 – Min. Brunetta al Comitato Professionisti

condividi su

10397visite totali .

Condividi questo articolo

da Archivio Notizie 11/11/09  del Ministero per la Pubblica Amministrazione e l’innovazione

Il Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta ha partecipato oggi al convegno “PEC: un’opportunità per il sistema Paese”, organizzato dal C.U.P (Comitato Unitario dei Professionisti) e presieduto da Marina Calderone, Presidente del Consiglio Nazionale Consulenti del Lavoro. L’evento anticipa di qualche giorno l’entrata in vigore dell’obbligatorietà della PEC (Posta Elettronica Certificata) per i professionisti, che infatti dovranno attivarla entro il 28 novembre e comunicarne gli estremi all’Ordine di appartenenza.
Alla giornata di lavoro hanno partecipato i  Presidenti dei Consigli Nazionali degli Ordini Professionali, direttamente coinvolti dalla riforma messa in atto dal Decreto Legge 29 novembre 2008 n. 185, convertito nella Legge 150/2009. Gli Ordini saranno infatti tenuti a pubblicare, in un elenco consultabile per via telematica, i dati identificativi degli iscritti, con il  relativo indirizzo di Posta Elettronica Certificata. Hanno partecipato inoltre Antonio Mastrapasqua Presidente dell’INPS, Marco Fabio Sartori Presidente dell’INAIL, Aldo Polito Direttore Centrale Direzione Servizi ai Contribuenti dell’Agenzia delle Entrate.
Tassello fondamentale dei piani E-Gov2012 e I-2012 del ministro Brunetta, la PEC assegna a un messaggio di posta elettronica lo stesso valore di una raccomandata tradizionale con avviso di ricezione. L’adozione di questo nuovo strumento comporterà un sensibile risparmio dei tempi nel disbrigo di una pratica, una riduzione dei costi e un significativo impatto sociale. Ogni professionista dovrà utilizzarlo per dialogare in modo sicuro, esclusivo e non oneroso con la Pubblica Amministrazione e con le aziende in tutti i casi in cui sia necessario dare valenza giuridica alle comunicazioni. A partire dal nuovo anno il servizio di PEC verrà esteso a tutti quei cittadini che ne faranno richiesta.

Documento

Articoli collegati

31/03/14 – Lo strano caso del fioraio che non leggeva la PEC

31/03/14 – Fatture alla P.A in formato elettronico – anche via PEC